Cina fa l’Indiano e publica una mappa immaginaria

La Cina tenta un’altra occupazione di territorio pubblicando una mappa immaginaria che comprende lo stato indiano dell’Arunachal Pradesh, l’Aksai Chin indiano, Taiwan e gran parte del Mar Cinese Meridionale.

Lunedì la Cina ha pubblicato ufficialmente l’edizione 2023 della sua “mappa standard” che incorpora le aree contese, comprese le sue rivendicazioni sull’Arunachal Pradesh, sulla regione dell’Aksai Chin, su Taiwan e sul conteso Mar Cinese Meridionale. L’India ha più volte affermato che lo Stato dell’Arunachal Pradesh è “sempre stato” e “sarà sempre” parte integrante del Paese.

“L’edizione 2023 della mappa standard della Cina è stata ufficialmente rilasciata lunedì e lanciata sul sito web del servizio di mappa standard ospitato dal Ministero delle risorse naturali”, ha affermato il Global Times, gestito dallo stato, in un post su X, ex Twitter.

Martedì l’India ha presentato una forte protesta contro la recente presentazione da parte della Cina di una nuova mappa che afferma la sua proprietà dell’Arunachal Pradesh e dell’Aksai Chin.

Il Ministero degli Affari Esteri (MEA), rilasciando una dichiarazione sulla questione, ha dichiarato: “Oggi abbiamo presentato una forte protesta attraverso i canali diplomatici alla parte cinese sulla cosiddetta “mappa standard” della Cina del 2023, che rivendica il territorio dell’India. . Respingiamo queste affermazioni in quanto prive di fondamento. Tali passi da parte cinese non fanno altro che complicare la risoluzione della questione dei confini.”

Un significativo disagio diplomatico è seguito alla pubblicazione dell’edizione 2023 della “mappa standard” della Cina da parte della Repubblica popolare cinese, in cui affermavano la propria sovranità su regioni tra cui l’Arunachal Pradesh, la regione dell’Aksai Chin, Taiwan e il Mar Cinese Meridionale.

La recente azione della Cina è emersa poco prima della riunione del G20 prevista a Nuova Delhi, un evento a cui parteciperanno diversi leader globali, tra cui il presidente cinese Xi Jinping.

Il Primo Ministro Modi e Xi Jinping si erano incontrati la settimana scorsa per un breve periodo al vertice BRICS di Johannesburg. Il Primo Ministro Modi aveva poi evidenziato le preoccupazioni dell’India riguardo alle questioni pendenti e irrisolte lungo la linea di controllo effettivo, (LAC), il confine di fatto tra i due Paesi.

Website | + posts

Vas Shenoy è un studioso di rapporti Europa-India. Durante gli ultimi 22 anni della sua carriera ha lavorato per la gestione di aziende e progetti nei campi della tecnologia informatica, dell’energia rinnovabile e della cooperazione e sviluppo in più di oltre trenta paesi in Europa, Medio Oriente, Africa e Asia collaborando con governi, la Banca Mondiale e enti ONU. Vas è il Presidente dell'Associazione Sākshi e della Glocal Cities ONLUS.