Studying the Minorities: la lingua e la cultura tulu

Regione in cui si parla Tulu
Fonte: Wikipedia

La lingua tulu appartiene alla famiglia delle lingue dravidiche ed è parlata principalmente nella parte sud-ovest dello stato indiano del Karnataka. A livello locale la regione è anche chiamata Tulunadu e il suo confine orientale verso l’altopiano del Deccan è formato dalle catene montuose e dai passi dei Ghati occidentali. Le rive del Mar Arabico segnano il confine ad ovest. I madrelingua tulu sono indicati come tuluva.

La lingua tulu ha molte caratteristiche che non si trovano nella lingua tamil e kannada: per esempio, ha il piuccheperfetto e il futuro anteriore, come il francese o lo spagnolo, ma formato senza un verbo ausiliare. Robert Caldwell, nel suo lavoro pionieristico “Comparativo grammatica della famiglia dravidica o sud-indiano di lingue”, ha chiamato questo linguaggio “particolare e molto interessante. E’ una delle lingue più sviluppate della famiglia dravidica”.

La lingua presenta cinque vocali brevi e cinque vocali lunghe, comuni in tutte le lingue dravidiche. La morfologia testuale è composta da cinque parti del discorso: sostantivi (e aggettivi), pronomi, numeri, verbi e particelle. I sostantivi hanno tre generi grammaticali (maschile, femminile, neutro), due numeri (singolare e plurale) e otto casi (nominativo, genitivo, dativo, accusativo, locativo, ablativo, comunicativo e vocativo). I verbi tulu hanno tre forme: attivo, causale e riflessivo.

Alfabeto Tulu
Fonte: Omniglot

Essa appartiene al ramo meridionale della famiglia di lingue dravidiche e discende direttamente dalla lingua proto-dravidica, l’ipotizzata lingua madre da cui tutte le attuali lingue dravidiche discendono.

La lingua tulu possiede quattro dialetti, molto simili con solo qualche variazione:

  • Tulu comune: parlato dalla maggior parte della popolazione. Questo è il dialetto utilizzato nell’ambito del commercio, dell’intrattenimento e per la comunicazione tra le varie comunità.
  • Bramino tulu: parlato dai bramini tulu. Questo tipo di dialetto è parzialmente influenzato dal sanscrito.
  • Dialetto Jain: è un dialetto in cui le iniziali t e s vengono sostituite dalla lettera h. Ad esempio, la parola “Sādi” è pronunciata come “Hādi”.
  • Dialetto Girijan: parlato dalle popolazioni tribali.

La tradizionale pratica teatrale Yakshagana, diffusa nelle zone costiere del Karnataka, ha conservato gli aspetti più sottili della lingua tulu. Essa può anche essere vista come una forma d’arte religiosa, in quanto vi sono molti gruppi Yakshagana legati all’ambiente religioso dei templi. Attualmente esistono otto compagnie professionali Yakshagana che propongono spettacoli in lingua tulu.

Lo Siri Sandhi o Siri Paddana è il più lungo e celebre poema epico in lingua tulu che racconta la storia della principessa Siri Alvedi e di suo figlio Kumara.

+ posts

Mi chiamo Giuseppe Balbi e sono uno studente al terzo anno del corso di laurea triennale in Lingue e culture comparate, presso l'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale". Le lingue nelle quali mi sto specializzando sono Inglese e Giapponese, con una tesi di laurea su Yukio Mishima. Mi è sempre piaciuta l'idea di scrivere online!