Studying the Minorities: la lingua brahui

La lingua brahui è una lingua prevalentemente parlata nella regione del Belucistan, tra Iran, Pakistan, India e Afghanistan. Ci sono 4 milioni di parlanti della lingua, e soprattutto nella provincia del Balochistan pakistano. Ci sono anche uno sconosciuto numero molto piccolo di Brahuis espatriati in Stati Arabi del Golfo Persico.

Concentrazione del Brahui
Fonte: Joshua Project

Si tratta dell’unica lingua dravidica parlata al di fuori dell’India, e si pensa che sia l’ultima traccia di un’antica colonizzazione dravidica dell’intero subcontinente indiano (forse collegata all’antica civiltà della valle dell’Indo), terminata poi con l’invasione degli Indoeuropei. Secondo alcuni, sarebbe una delle prove del fatto che nell’antichità ci sarebbe stata una colonizzazione dal Medio-oriente verso la penisola indiana, che avrebbe portato nella zona l’agricoltura ad una nuova lingua da cui sarebbe derivata la famiglia linguistica dravidica.

La lingua brahui è stata influenzata dalle lingue iraniche parlate nella zona tra cui persiano, balochi e pashtu. Lo stress del brahui segue un modello basato sulla quantità, si verificano cioè sulla prima vocale lunga o dittongo, oppure sulla prima sillaba se tutte le vocali sono brevi. Esso è l’unica lingua dravidica che è stata scritta in caratteri arabi a partire dalla seconda metà del XX secolo.

L’alfabeto brahui
Fonte: Facebook

Secondo il rapporto “Atlas of the World’s Languages Danger” dell’UNESCO del 2009, la lingua brahui è una delle 27 lingue del Pakistan che si ritrovano ad affrontare il pericolo dell’estinzione. Si classificano nello stato di “non sicuro”, il minimo dei cinque livelli di preoccupazione verso l’estinzione: non sicuro, sicuramente in pericolo, gravemente in pericolo, in pericolo critico e estinto.

Talar è il primo quotidiano in lingua brahui. Esso utilizza la nuova ortografia romana, ed è “un tentativo di standardizzare e sviluppare la lingua brahui per trattare di discorsi politici, sociali e scentifici odierni”.

+ posts

Mi chiamo Giuseppe Balbi e sono uno studente al terzo anno del corso di laurea triennale in Lingue e culture comparate, presso l'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale". Le lingue nelle quali mi sto specializzando sono Inglese e Giapponese, con una tesi di laurea su Yukio Mishima. Mi è sempre piaciuta l'idea di scrivere online!