Islamabad: il primo ministro Imran Khan ha approvato la costruzione del primo tempio hindu

DAWN, 27 Giugno 2020

Il primo ministro Imran Khan dà la sua approvazione
Fonte: la pagina Facebook di Imran Khan

La richiesta per il finanziamento della somma è stata fatta dal ministro degli affari religiosi Pir Noorul Haq Qadri durante un incontro con il primo ministro.

All’incontro era presente anche la delegazione dei MNA appartenenti alle minoranze religiose quali Lal Chand Malhi, Dr Ramesh Vankwani, Jai Prakash Ukrani, Shunila Ruth e James Thomas.

La delegazione ha discusso delle questioni affrontate dalle minoranze religiose e ha lodato gli sforzi delle forze civili e armate nel distruggere le reti terroristiche in tutto il paese che avevano preso di mira persone di altre fedi come parte della loro agenda estremista. La delegazione ha cercato il sostegno del governo per la costruzione del primo tempio nella capitale.

“Perseguiremo la questione con il Segretariato del Primo Ministro e si prevede che sarà firmata la prossima settimana.”

Dichiarazione del ministro per gli affari religiosi

Secondo la procedura ufficiale, la copia dell’approvazione verrà inviata al ministero delle finanze per l’assegnazione della sovvenzione, mentre i lavori di costruzione saranno eseguiti da Pak-PWD.

Nel frattempo, Lal Chand Malhi ha dichiarato che la popolazione hindu di Islamabad ha raggiunto le 3.000 persone circa, tra cui dipendenti governativi, impiegati del settore privato, membri della comunità imprenditoriale e un gran numero di medici. “Mentre sono in corso le formalità ufficiali, abbiamo deciso di continuare i lavori iniziali di terra, incluso il livellamento del terreno e la costruzione del muro di cinta”, ha aggiunto Malhi.

L’Hindu Panchayat Islamabad gestirà lo Shri Krishna Mandir. Il presidente del Panchayat, Mahesh Chaudhry, ha affermato che un gran numero di persone provenienti da varie parti del paese, tra cui il Belucistan e il Sindh, si sono trasferiti a Islamabad, principalmente a causa dell’insicurezza in quelle aree.

“Ora, quando abbiamo famiglie qui, c’è bisogno di un crematorio, un luogo per preghiere collettive e cerimonie matrimoniali. Attualmente svolgiamo funzioni di Holi e Diwali nelle sale della comunità del governo o nel padiglione.”

Mahesh Chaudhry

Sebbene ci sarà un posto in cui gli hindu potranno esercitare i loro rituali nel prossimo futuro, non è possibile legalmente solennizzare il matrimonio a Islamabad in quanto non vi sono norme e regolamenti ufficialmente notificati sulla legge sul matrimonio hindu 2017, anche tre anni dopo l’emanazione della legge.

(Traduzione di Veroncica Bartucca)

+ posts