Bhumisparsha Mudra

I mudra sono un metodo di una comunicazione non verbale che si esprime attraverso i gesti e le posizioni delle mani. I mudra sono segni simbolici, che hanno lo scopo di evocare delle idee nella mente e vengono generalmente utilizzati nella scultura buddhista e nella pittura in India, in Tibet, in Cina, in Corea e in Giappone. I mudra non solo occupano un grande spazio nella danza indiana, ma fanno anche parte integrante dell’esercizio spirituale dei monaci che, attraverso questi gesti, generano le forze che permettono di invocare la divinità. La simbologia dei mudra si fonda sull’interpretazione delle cinque dita che vengono identificate con i cinque elementi naturali: il cielo, il vento, il fuoco, l’acqua e la terra. L’incontro di determinate dita simboleggia perciò l’unione di uno o più elementi che favorisce la presenza della divinità. Esistono numerosi tipi di mudra esoterici, ma solo cinque sono state ripresi dall’iconografia buddhista.

Bhumisparsha Mudra : letteralmente “toccare la terra”. Questo mudra è legato al momento dell’Illuminazione del Buddha sotto l’albero della bodhi, quando chiama la terra a testimoniare. La mano destra è appoggiata al ginocchio, le dita unite e il palmo verso il basso. Le dita toccano la terra. La mano sinistra invece è in dhyana mudra, mudra della  meditazione.

+ posts