Svizzera, far far away…

Dilwale Dulhania Le Jayenge, Yash Chopra, 1995

Raj e Simran, Dilwale Dulhania Le Jayenge (1995)

La concezione degli spazi, dei luoghi e della natura che si nasconde dietro la camera cinematografica bollywood è completamente differente dalle produzioni occidentali e d’Oriente. Innanzitutto nella maggior parte dei film bollywood non sappiamo dove viene girato il film.

La natura ed i luoghi non sono oggetto di una riflessione interna del personaggio o dello spettatore ma accompagnano semplicemente i momenti consacrati alle canzoni e alle danze, che sono di grande importanza nella produzione cinematografica bollywood.

La regione del Kashmir era lo scenario bollywood più utilizzato fino agli anni ’90 quando i realizzatori furono obbligati a cercare un’alternativa al di fuori del sub continente indiano, a causa della politica instabile della regione.

La Svizzera rappresenta oggi un esempio eclatante del potere del cinema bollywood che, a partire dallo scenario cinematografico, ha dato forma ad un immaginario, la Svizzera.

Sangam (1964), realizzato da Raj Kapoor, è il primo film che si svolge al di fuori del subcontinente indiano. La storia si sviluppa in diverse città come Londra, Roma, Venezia, Parigi e in più paesi come il Vaticano e la Svizzera. Primo step.

Dopo Sangam, alcune scene di An Evening in Paris (1967), di Shakti Samanta, sono state girate in Svizzera. Ma soltanto in seguito, Dilwale Dulhania Le Jayenge (1995) del cineasta Yash Chopra (Lahore 1932- Mumbai 2012), ha trasformato questa tendenza in una vera moda, il cui successo ha incoraggiato le montagne e le colline svizzere come nuovo background per i film bollywood.

Questo film è diventato uno dei più celebri girati in Svizzera ed è ancora oggi la principale ragione che alimenta l’incredibile flusso turistico indiano verso il paese. Dilwale Dulhania Le Jayenge incarna precisamente quello che il popolo indiano cercava e del quale continua a sognare: la tranquillità e il romanticismo del paesaggio svizzero che vive attraverso la storia d’amore tra Raj (Shahrukh Khan) e Simran (Kajol).

Dilwale Dulhania Le Jayenge: l’inizio tra Londra e il Punjab

Nella prima scena del film, il padre di Simran dà da mangiare ai piccioni di Trafalgar Square a Londra e già la prima frase del racconto ci informa che parte della storia si svolgerà in questa città. L’azione dell’uomo e soprattutto la presenza dei piccioni sono il legame fondamentale che permette al cineasta di introdurre il Punjab, che è il luogo di nascita di Baldev (il padre di Simran). Mentre l’uomo ricorda il suo paese, il pubblico è magicamente catapultato nella campagna verde del Punjab, dove donne danzanti fanno volare le loro dupatte. Il tempo dedicato alla canzone è legato alla melanconia dell’uomo che sogna il suo paese, dove desidera ritornare. Le immagini dei suoi ricordi in Punjab si interrompono bruscamente con il rumore delle campane di Londra e così comincia la nostra storia…

Baldev dà da mangiare ai piccioni, Trafalgar Square, Londra

Il successo di Dilwale Dulhania Le Jayenge ha portato un gran numero di turisti a visitare l’intera Svizzera ma soprattutto i luoghi dove sono state girate le scene del film. Le astute agenzie di viaggio svizzere hanno certamente saputo sfruttare quest’occasione, creando viaggi specifici con lo scopo di far visitare agli appassionati di Bollywood i luoghi esatti delle riprese: la chiesa di St Maurice, il ponte di Saneen e Rougemont. Per celebrare l’anniversario di Dilwale Dulhania Le Jayenge swissinfo.ch ha creato una carta interattiva con tutti i luoghi dove sono stati girati film bollywood e permette inoltre di guardare direttamente le scene, cliccando sugli hotspot.

Nel 2013, i soggiorni dei turisti indiani in Svizzera sono stati 467.967 e nel 2017, il numero degli indiani che si sono recati nel paese per le vacanze sono stati 326.454.

Yash Chopra è stato nominato Ambasciatore dell’Interlaken (località di vacanza nella Svizzera centrale) ed è stata installata una sua statua nella città nel 2016. Inoltre, il lago Lauenensee, dove il cineasta ha ripreso numerose scene del film, è oggi conosciuto con il nome di Yash Chopra Lake.

Non è finita qui. Per promuovere ulteriormente la Svizzera come destinazione turistica, il paese ha scelto l’attore Bollywood Ranveen Singh che, mostrando le attività sportive ad Interlaken, mette in luce che la Svizzera è una meta avventurosa, non solo romantica.

Raj e Simran, Dilwale Dulhania Le Jayenge (1995)

Bye Bye Svizzera

Nonostante il governo svizzero offra numerosi vantaggi alle industrie che vogliono filmare nel paese, a causa dei costi delle riprese e del mantenimento dell’équipe, i produttori preferiscono riprendere montagne simili in Austria o in Canada.

Se da una parte le produzioni cinematografiche bollywood in Svizzera stanno diminuendo, il turismo indiano in Svizzera non cessa ma anzi, continua ad aumentare. Nell’industria bollywood il background svizzero comincia ad essere ripetitivo e l’Indian Swiss Trend sta cambiando.

Raj e Simran, Dilwale Dulhania Le Jayenge (1995)

Ciò non toglie che gli amanti di Raj e Simran continuino a recarsi in questi luoghi perchè la grande opera cinematografica indiana Dilwale Dulhania Le Jayenge rimarrà la pietra miliare che ha costituito l’immaginario idilliaco della Svizzera in India, generazione dopo generazione.

+ posts

Laureata Magistrale all’Università di Napoli L’Orientale, ho conseguito la laurea triennale all’Università di Venezia con la tesi “Ascetismo: i rituali della rinuncia”. I miei studi si sono concentrati soprattutto sullo studio della lingua Hindi e Urdu con un particolare interesse verso le religioni e le culture di questi due paesi. L’esperienza di studio presso l’Istituto Nazionale di Lingue e Civiltà Orientali di Parigi (INALCO) mi ha permesso di intraprendere lo studio della lingua telugu che mi ha portato ad avvicinarmi all’India del sud e, in particolare, alla sua evoluzione linguistica, letteraria e politica.