Il super team di Sanjey: nel corto della Pixar gli dei hindu diventano super eroi

Tratto da una storia (quasi) vera come preannuncia la stessa scritta all’inizio del corto, questo lavoro parla del conflitto interiore di un bambino hindu verso la propria tradizione e cultura. Il corto Il super team di Sanjay, prodotto dalla Pixar, ha preceduto l’uscita del film Il viaggio di Arlo, in Italia dal 25 settembre 2015.

Il corto ha avuto molto successo negli Stati Uniti, dove è stato candidato al premio Oscar senza però riuscire ad ottenerlo. Il regista di origini indiane, Sanjey Patel, è nato in Inghilterra ma vive e lavora negli Stati Uniti.

Come Sanjey Patel racconta, questo lavoro gli ha permesso finalmente di conciliare la sua passione con la propria storia. Da bambino si vergognava del proprio nome, rinnegava la propria cultura per sentirsi accettato nel paese straniero ed essere trattato come tutti gli altri. “Quando poi mi sono avvicinato alla mia cultura e ho cercato di comprendere il background dei miei genitori, da dove venivano e cosa avevano passato, mi sono sentito completo”, afferma durante un’intervista.

Un corto delizioso che tratta grandi problemi come la tradizione, la migrazione e il problema dell’inclusione. Una storia in cui è molto facile immedesimarsi, ognuno per motivi diversi.

+ posts

Laureata Magistrale all’Università di Napoli L’Orientale, ho conseguito la laurea triennale all’Università di Venezia con la tesi “Ascetismo: i rituali della rinuncia”. I miei studi si sono concentrati soprattutto sullo studio della lingua Hindi e Urdu con un particolare interesse verso le religioni e le culture di questi due paesi. L’esperienza di studio presso l’Istituto Nazionale di Lingue e Civiltà Orientali di Parigi (INALCO) mi ha permesso di intraprendere lo studio della lingua telugu che mi ha portato ad avvicinarmi all’India del sud e, in particolare, alla sua evoluzione linguistica, letteraria e politica.