Divinità con mascherine protettive: gli artisti folkloristici indiani affrontano la tematica del Covid-19

BBC India, 2 Maggio 2020

L’arte di Apindra Swain rappresenta delle figure mitologiche che indossano mascherine protettive

I maggiori esponenti dell’arte folkloristica indiana hanno divulgato una serie di disegni per diffondere i messaggi sul distanziamento sociale ed sull’igiene, necessari per prevenire la propagazione del coronavirus, scrive Sudha G. Tilak.

Il dover lavorare durante la quarantena, che dura ormai da oltre un mese, ha spinto un gruppo di artisti folkloristici e artigiani in tutta l’India a produrre queste illustrazioni e disegni in stile tradizionale.

“Anche se molti temono che l’impatto del Covid-19 possa essere la fine degli artigiani, sono la loro creatività e flessibilità che potrebbero salvarli”

Laila Tyabiji, presidente della Destkar, illustre azienda indiana delle arti e degli artigiani, ha riferito la BBC.

Fin da Marzo, gli artisti impiegati presso la Dastkar hanno prodotto arte che trasmette l’importanza del distanziamento sociale, dell’indossare le mascherine protettive, di lavarsi le mani con il sapone e di evitare spostamenti di gruppo. Sono presenti inoltre delle scene che ritraggono gli ospedali che hanno in cura i malati di Covid-19.

Per lungo tempo gli artisti folkloristici indiani hanno utilizzato l’arte tradizionale come mezzo per divulgare messaggi sociali.

“Tradizionalmente molte forme d’arte folkloristica in india erano realizzate su grandi pergamene oppure come murales per condividere le informazioni con la comunità locale. Gli artisti erano soliti reggere le pergamene nelle piazze dei villaggi e propagandare messaggi, oppure creare una consapevolezza attraverso immagini grafiche”

afferma Rhea Gupta, portavoce della Dastkar.

L’arte di Ambika Devi raffigura delle persone con indosso delle mascherine protettive

Ambika Dei è un’artista proveniente dal villaggio di Rashidpur, situato nello stato nord orientale del Bihar.

Utilizza un’arte tradizionale chiamata madhubani, che prende il nome da un distretto dello stato stesso.

L’arte in questione utilizza dei pigmenti naturali e viene riprodotta con illustrazioni sulle pareti delle case e, in tempi moderni, su carta realizzata a mano.

La pittura madhubani è provvista di una collocazione geografica specifica poiché è rimasta confinata in quella determinata area, dove le capacità e i segreti del mestiere sono stati tramandati di generazione in generazione attraverso i secoli, mantenendo pressoché uguali anche i contenuti e lo stile.

L’arte di Ambika Devi raffigura persone con indosso una mascherina protettiva che mantengono il distanziamento sociale quando si trovano nei mercati dei villaggi.

Realizzato da Kalyan Joshi durante il suo periodo di isolamento a Bhilwara, un focolaio di coronavirus

La pittura phad è originaria del Rajasthan e risale ai tempi medievali.

Tradizionalmente opere di questo genere venivano realizzate su grandi pannelli di stoffa ritreando scene reali di festose processioni e di guerre.

Kalyan Joshi è un artista phad che proviene dal Bhilwara in Rajasthan, uno dei primi focolai di Covid-19.

I suoi lavori riportano dei messaggi in idioma locale riguardo il mantenere una distanza tra individui e indossare la mascherina protettiva.

Apindra Swain ha realizzato quest’opera solamente per la BBC

Apindra Swain è una pittrice di pattachitra proveniente da Raghurajipur, nello stato orientale dell’Orissa.

Questa forma d’arte risale al V secolo ed è famosa per le sue tonalità brillanti e per i volti disegnati di profilo utilizzando colori naturali. I suoi dipinti ritraggono figure mitologiche con indosso le mascherine protettive.

Il pannello di Dwarika Prasad raffigura delle scene in un ospedale con in cura malati di Covid-19

L’arte kavad è un tipo di storytelling (narrazione di storie) molto colorate risalente a 400 anni fa, originario dello stato settentrionale del Rajasthan.

Gli artisti rappresentano  e dipingono le scene su pannelli in legno che sembrano bozzetti, aventi però un messaggio da comunicare.

Dwarika Prasad, dal distretto Chittorgarh ha realizzato un pannello kavad per rappresentare la situazione esistente negli ospedali che curano i malati di Covid-19.

La miniatura di Nimbark raffigura un santo seduto accanto ad una bottiglia di sapone liquido

Tulsidas Nimbark ha deciso invece di dipingere utilizzando la tradizione seicentesca di miniature Rajastani.

L’opera mostra la divinità hindu Krishna mentre danza in un giardino insieme ad un santo adorante con indosso una mascherina e seduto vicino ad una bottiglia di sapone liquido per le mani.

(Traduzione di Giulia Borrelli)

+ posts